giovedì 22 novembre 2012

AL TG3 REGIONALE INTERVISTA SHOCK PRO-ROLLANDIN DEL DEPUTATO NICCO CHE A ROMA PROTESTA CONTRO IL SERVIZIO DI BALLARO' REO DI DENUNCIARE UNA PICCOLA PARTE DELLE MAGAGNE DELLA VALLE D'AOSTA

22 Novembre 2012
AL TG3 REGIONALE INTERVISTA SHOCK PRO-ROLLANDIN DEL DEPUTATO  NICCO CHE A ROMA PROTESTA CONTRO IL SERVIZIO DI BALLARO' REO DI DENUNCIARE  UNA PICCOLA PARTE DELLE MAGAGNE DELLA VALLE D'AOSTA

Stasera il TG3 Regionale Valle D'Aosta ha trasmesso l'intervista al  nostro deputato Nicco e al nostro senatore Fosson impegnati a recarsi dalla Signora Tarantola,il Direttore Rai a Roma,per protestare contro la puntata di Ballaro' che svelava una piccola parte delle nostre magagne regionali,privilegi e affaretti sporchi a go-go.
Per fare capire a quelli che non hanno visto la puntata di Ballaro' posto qui sotto la versione You-Tube:
http://www.youtube.com/watch?v=QIzrExKGKGs

Nel servizio di oggi 22 Novembre del TG si vede un Nicco moilto rancoroso che attacca Ballaro' dicendo che non è vero che esiste una crisi culturale in Valle e che in pratica il servizio faceva schifo,ma non mettendo nuove visioni alle accuse fatte dalla trasmissione,copiando in copia carbone il pensiero di Rollandin.il reggente unico della politica valdostana da decenni,che aveva protestato il giorno dopo la messa in onda del servizio.

Essendo PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA,uno spazio di opinione,per adesso ancora libero e non allineato.ma progressista e di sinistra,faccio un commento a questa sorprendente protesta del nostro referente a Roma.

La sua incomprensibile mossa non fa altro che intimorire ancora di piu' i pochi accenni a critica reale ,che non potendo venire da una valle cresciuta sul terrore alla critica dei potenti e un avvilimento cukturale da medioevo creato ad arte da una politica sempre piu' chiusa ed ingobbita da separazioni culturali da operetta nibelunga basata unicamente sulle vacche,marnotte,giochi di nicchia ecc..e una dittatura artistica unica al mondo che organizza mostre o stampa libri unicamente e solo a gente allineata che parli o disegni quelle 4 cose inculcate negli anni agli abitanti,una volta eliminata la fantasia e la libertà artistica minima,deve venire forzatamente dal di fuori,dall'Italia ripudiata per creare questa separazione,deve venire da giornali come IL Sole 24 Ore,che in un memnorabile articolo dice quello che pensiamo noi da anni,cioè che la Valle D'Aosta è collusa gravemente con un sistema mafioso e di potere delinquenziale molto preoccupante comandato da Rollandin (Cita nome e cognome) e con ramificazioni di una classe politica inginocchiata.

Fortunatamente,a parte Nicco,molte persone si stanno accorgendo,svegliate anche dalla crisi,di questa visione dittatoriale regionale cresciuta all'ombra di un autonomia per pochi intimi e solo di cartapesta.Un autonomia in crisi che si regge anche con una diffusione mediatica nei confini regionale assoluta,che è arrivata ad imporre i propri programmi televisivi alle 8 di sera,come una tv bulgara,annullando programmi che potrebbero dare visioni non omologate dai signori che reggono questo micro potentissimo sistema.Ricordo ancora una volta che per esempio Blog,uno dei programmi leader della Terza Rete non è trasmesso da anni in questa zona,mentre è visibile in tutta Italia liberamente.

Vogliamo volutamente tralasciare da questa chiacchierata le voci che dicono di una censura a sinistra del servizio incriminato, per difendere un rappresentante dell'opposizione regionale in evidente stato di imbarazzo nella spiegazione di fondi strani versati a feste delle capre o sagre calabresi non meglio precisate.
Vogliamo pero' indignarci verso questo modo non coraggioso e cristallino di intimorire eventuali altri servizi Rai di critica a questo sistema politico grottesco usando una intera troupe televisiva a Roma e una pubblicità smodata di protestra senatoriale che va contro ad una trasmissione che i valdostani avevano apprezzato praticamente al 100%,senza mai contrastare i fatti elencati nel servizio.Vorrei ricordare infatti che nessuno dei politici indignati e minacciosi ha mai fatto una conferenza stampa,per esempio,controbattendo punto per punto le velate accuse di Ballaro'.Niente di tutto questo.Solo proteste e censura ai livelli alti.

Abbiamo contattato dopo poche ore dal TG3 il Consigliere Regionale Donzel,unica persona del PD Valle D'Aosta che in questi anni ha conservato un minimo di scambio di opinioni con noi e considerato da noi una speranza di coraggio e di nuova politica fuori dagli schemi pesanti e quadrati di partito,per avere da lui un suo commento sulle dichiarazioni pro-Rollandin di Nicco,ma essendo impegnato in una riunione pro-Bersani non ci ha ancora risposto e all'una di notte chiudiamo questo servizio.

Coraggio Valle D'Aosta....non abbiate paura...mai!

PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA

RISPOSTE POST SCRITTUM RILASCIATE NELLO SPAZIO FACEBOOK:
http://www.facebook.com/#!/photo.php?fbid=447822961944215&set=a.100451583348023.216.
100001495440994&type=1&theater

Questa la risposta di Nicco:

Abbiamo espresso tutto il nostro sconerto, la
nostra amarezza per una trasmissione che dà una
visione del tutto parziale e distorta di quella che
è la realtà della Regione Autonoma Valle d'Aosta.
Abbiamo chiesto che ci sia invece una rappresentazione
corretta e completadi quelli che sicuramente possono
anche essere i difetti e le pecche della nostra realtà,
ma anche allo stesso tempo delle sue eccellenze.

Pont Saint Martin Alternativa

Invece di contestare punto x punto quello che
secondo loro non era corretto,hanno ha scelto un
editto bulgaro chiedendo una vaga "rappresentazione
corretta" e tirando fuori le solite eccellenze create
e gestite dall'alto.Una assurda censura nell'imbarazzo
totale,anche verso future trasmissioni di critica.
Una pagina bruttissima sulla libertà della nostra
regione espressa da un rappresentante che godeva della
nostra massima fiducia effettuata con potentissimi
mezzi verso una trasmissione che gode ancora della
nostra massima fiducia critica e no si sogna
assolutamente di chiedere scusa a questa gente.

R.L.
Condivido... ha perso un'occasione preziosa. Assolutamente da farglielo presente. Ma anche se la vostra pagina travisa un po'. Leggendo "intervista shock a favore di Rollandin" mi aspettavo ben altro.

P.R.
 puntano al trono..rolly il capo espiatorio, "noi non immaginavamo" da parte dei suoi servi, pronti a vendersi al prossimo feudatario....il degrado umano non si colma con una tornata elettorale.

Danilo Jans
Il nostro puo' essere un commento radicale certo...hai ragione,,,,fa parte di una critica alla politica di una regione che secondo me e altri,parte dal dopoguerra e arriva al massimo culmine oggi esaltato anche dalla crisi....ma non sono un estremista ma un libero pensatore con teorie che un anno fa sarebbero state assurde,ma adesso cominciano a trovare verità nella vita reale,,,,e non è certo estremista Ballaro',,,sono estremisti e travisano gli editti bulgari,i voltafaccia,il nascondere verità scomode e il silenzio,,,,,per questo aspetto ancora una risposta da chi spero abbia un opinione libera....

Riceviamo e pubblichiamo dalla posta del Blog:

jjvinyl1@virgilio.it

Ho letto tutto il vostro articolo e anche se su due o tre cose non concordo pienamente,l'editto bulgaro effettuato dai nostri rappresentanti,con plateale intimidazione per il futuro è evidente.
Ma la risposta di Donzel?.
L'avevate promessa.

Ivan

No,Non avevo promesso niente.Ti riassumo la cosa:
Essendo personalmente conoscente in Facebook del Consigliere,avevo chiesto da lui un parere sui fatti di Roma e l'attacco a Ballaro'.In seguito gli era stato inviato via mail questo articolo,Dapprima aveva promesso un suo commento,poi non lo ha fatto nè in Facebook nè via mail.
Vabbè,è una sua libertà anche non rispondere,cio' puo' portare ad altri nostri pensieri postumi che non ho voglia di portare avanti,visto l'evidenza dei fatti.Speravamo in altro,pazienza.
Pont Saint Martin Alternativa è un blog di opinione,non allineato,che spera in risposte ma non le esige.
Ma parlando in generale e lasciando perdere i casi singoli,ti posso spiegare che avendo vissuto questo blog dalla nascita anni fa,ogni nostro intervento è sottoposto a un contrasto totale del potere politico regionale nel suo insieme,opposizioni comprese.L'annullamento mediatico delle poche opposizioni reali e di discussione in Valle D'Aosta viene da tempo affrontato con un silenzio totale sia della stampa che delle televisioni o altro.La cosa si verifica anche in campo artistico e culturale annullando spazi di diritto solo perchè manifesti idee contrarie o che variano dai disegni di uno o dell'altra forza partitica che detiene il potere in modo pacatamente contrastato.L'editto bulgaro di Roma puo' essere visto da molti come un ennesima intimidazione ad un attacco lecito di opinione mal digerito da chi ha creato quest'illusione di cartapesta culturale che blocca una crescita moderna e aperta al mondo della Valle.Il giudizio stà alla gente.
Personalmente ti posso dire di essere stato piu' volte intervistato,ma i servizi non sono mai stati mandati in onda nè sui TG nè da altre parti.
Detengo il BLOG Valdostano con piu' visitazioni nel mondo ,ma nessun giornalista ha pensato bene di scrivere due righe nei loro giornali controllati da chi sappiamo,eppure gli stessi giornali riempiono pagine e pagine di articoli sui loro amici annullando la possibilità di opinioni diverse dalla visione unica imposta da questo Regime.
Un Regime che si spartisce una Regione che ha gli stessi abitanti del Quartiere Scampìa,ma che nasconde un potere in molte parti non diverso da quello.
D'altra parte siamo la nazione delle fiaccolate.Delle fiaccolate tardive.Delle fiaccolate che seguono anni di facce voltate verso l'altra parte,per poi far finta di commuoversi dopo e continuare come prima.
Questa regione deve trovare il coraggio dell'individualismo perchè non sa piu' cosa voglia dire ribellarsi.
Qui non potrà mai nascere un Pasolini o un Busi.
Lo stato di dittatura culturale e il potere in mano a poche persone e diviso tra poche persone si è così cementato che non trova varchi di discussione critica neppure se vengono dalla tanto odiata Italia.
La costituzione di leggi speciali nascoste sotto la parola Autonomia e la paura che molti abitanti hanno di manifestare la loro rabbia deve finire.E finirà.
Dico alle persone che mi avvicinano,che mi bisbigliano:"Continuate...Non fermatevi,,,Siete gli unici che parlate di questo schifo"..Non sono un terrorista,non voglio esserlo,ma voglio esprimere la mia opinione..Senza risposte ,,Ok,,,
Ma almeno ho avuto il Coraggio di dirla,,,da solo,,senza ordini di partito o ponderazioni e strategie,,,
Poco per volta...Sempre.

Danilo Jans
Pont Saint Martin Alternativa

Nessun commento:

Posta un commento